PIERO RAGONE
è filosofo, ricercatore, scrittore, studioso di religioni e di esoterismo. Il suo campo d’indagine è tutto ciò che la scienza non è in grado di spiegare. Nel 2013 ha pubblicato Il Segreto delle Ere con la Macro Edizioni; il 2015 è la volta di Custodi dell’Immortalità, il 2016 è l’anno di Dominion – Le Origini aliene del Potere, entrambi editi da Verdechiaro Edizioni e Nexus Edizioni.
Nel 2017 riceve la laurea honoris causa in Scienze Esoteriche e pubblica Bloodlines, La Storia delle Due Linee di Sangue che Preparano l'Avvento del Messia e dell'Anticristo.
È ospite di convegni nazionali e internazionali e il suo nome è accostato ai maggiori interpreti della ricerca italiana e mondiale. È docente presso la Libera Università Italiana degli Studi Esoterici “Achille D’Angelo - Giacomo Catinella”, Facoltà di Scienze Tradizionali ed Esoteriche, Dipartimento UniMoscow, dove è titolare di due cattedre: Archeoastronomia Esoterica e Percorsi Iniziatici e Fenomenologia Angelica e Demoniaca.
L’esperienza dell’insegnamento si è tradotta nell’organizzazione di Seminari in cui vita vissuta e nuovi sentieri di Consapevolezza si intrecciano per rivelare I Segreti della Via Iniziatica.

venerdì 28 luglio 2017

NON VEDO NON SENTO NON PARLO

Da circa 12 mesi, provoco consapevolmente ("provocare" è la parola giusta, perché cerco esplicitamente una reazione) tutti quelli che hanno imparato ad odiare il dio della Bibbia negli ultimi 10 anni e che inveiscono contro di me perché, pare, che io lo difenda, a dire CHI ha istillato in loro questa feroce avversità nei confronti di Dio, della Religione e, soprattutto, di coloro che continuano, nonostante tutto, a sentirsi legati ad esso. 

E in 12 mesi, MAI un nome; sempre vaghi riferimenti: "ho capito a chi ti riferisci"; "so quale nome vuoi farmi pronunciare"; "so bene a chi stai pensando"; "se ti riferisci a lui ti sbagli", "ho la mia testa, non è lui, quello che stai immaginando tu" ....
Ma lui chi? Non mi sono mai illuso che Falsi Profeti e Mercanti del Tempio si muovessero da soli; sono un esercito sterminato ...
All'inizio credevo fosse un caso; io non ho mai avuto problemi ad affermare che sono o non sono d'accordo con qualunque ricercatore fossi messo a confronto; l ho detto dal vivo, nelle interviste radiofoniche e anche per iscritto. Ma quando ho cominciato a cogliere questa strana e diffusa omertà, mi sono posto delle domande (le domande sono il mio pane quotidiano): ma perché non lo nominano MAI? perché lui no? chiedo chi li ispira, e tacciono; chiedo quali libri hanno letto, e sbraitano. Ma perché? 
I riferimenti sono così espliciti da rendere risibile una simile "timidezza". Eppure, il silenzio è fin troppo roboante per passare inosservato.
Ora chiedo a Voi: quando qualcuno mi scrive che il "mio" Dio è un ET assassino troglodita bipolare mangiabambini (come i Comunisti di una volta), e domando da chi hanno appreso queste meravigliose nozioni e questo linguaggio poetico, PERCHE' TUTTI e sottolineo TUTTI, tacciono e non fanno nomi? 
Devo chiamarla omertà? spero di no, perché dalle mie parti, omertà è sinonimo di una brutta piaga dell'Italia ...